Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Chi siamo Attività istituzionali

Attività istituzionali

Le attività istituzionali consistono in:
compiti amministrativi della tutela;
interventi tecnico-scientifici;
attività culturali ed educative;
attività scientifiche e di ricerca;
ampliamento dei musei pubblici e valorizzazione del patrimonio storico-archeologico.
 
 
COMPITI AMMINISTRATIVI DELLA TUTELA

  1. Rilascio di licenze, permessi ed autorizzazioni preventivi ed obbligatori per progetti e lavori pubblici e privati, nelle aree vincolate e di interesse archeologico;
  2. pareri e consulenze tecnico-scientifiche rivolti agli enti locali concernenti regolamenti e piani regolatori territoriali e comunali;
  3. localizzazione, vincolo e salvaguardia delle aree, dei monumenti ed in generale del patrimonio archeologico. 

 
INTERVENTI TECNICO-SCIENTIFICI

  1. Sorveglianza e conservazione dei siti, parchi e monumenti archeologici e degli istituti museali statali o pubblici, nonché del patrimonio bibliografico e documentario;
  2. attività di ricognizione, ricerche e scavi archeologici programmati o di emergenza;
  3. restauro, conservazione e recupero di aree, monumenti e singoli oggetti archeologici;
  4. immagazzinamento, ordinamento, inventariazione e catalogazione dei reperti archeologici di proprietà pubblica ed eventualmente anche privata;
  5. costituzione ed aggiornamento di archivi cartacei, grafici, fotografici, di documenti, anche antichi; creazione di specifiche banche dati informatizzate per la consultazione di carattere scientifico e la gestione interna del patrimonio documentario ed archeologico.

 
 
ATTIVITÀ CULTURALI ED EDUCATIVE


  1. Organizzazione ed allestimento di mostre temporanee e manifestazioni culturali di rilevanza nazionale ed internazionale;
  2. attività informative e culturali rivolte a turisti e visitatori dei musei; specifici servizi di consulenza culturale ed educativa (come conferenze e visite didattiche riguardanti il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e gli altri istituti museali ed aree archeologiche di competenza), in particolare rivolti ad insegnanti, studenti e al pubblico interessato, attraverso la Sezione Didattica e gli uffici periferici della Soprintendenza;
  3. produzione e diffusione di sussidi didattici cartacei, brossure, opuscoli e cataloghi, concernenti argomenti di carattere archeologico o, più in generale, storico e culturale.

ATTIVITÀ SCIENTIFICHE E DI RICERCA


  1. Consulenze scientifiche e servizi per la diffusione e scambi di dati ed informazioni di contenuto culturale concernenti lo specifico campo di conoscenza, in collaborazione con musei, organizzazioni culturali, università ed istituti accademici o di ricerca in ambito nazionale ed internazionale, o rivolti a singoli ricercatori;
  2. definizione e realizzazione di progetti e programmi di carattere scientifico, mediante ricerche e scavi archeologici, cicli di conferenze, seminari, convegni, mostre e manifestazioni culturali;
  3. catalogazione, studi e pubblicazioni scientifiche inerenti siti, monumenti e reperti antichi, o ricerche e scavi archeologici effettuati nell’ambito del territorio di competenza.

 

AMPLIAMENTO DEI MUSEI PUBBLICI E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO-ARCHEOLOGICO

  1. Attività di ampliamento, riordino e riallestimento per esposizioni permanenti e mostre temporanee delle collezioni e reperti archeologici nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli e nelle sedi museali statali già esistenti (come il "Museo Archeologico dei Campi Flegrei" nel Castello Aragonese di Baiae-Bacoli, il "Museo Archeologico dell’antica Capua" a S. Maria Capua Vetere, il "Museo Archeologico dell’antica Teanum Sidicinum", a Teano), collegati a parchi e monumenti archeologici (come l’ agorà-forum al di sotto della chiesa di S. Lorenzo, le antiche thermae al di sotto la chiesa di S. Chiara e in Vico Carminiello ai Mannesi, le mura di fortificazione greche in piazza Bellini, nell’antica Neapolis; il "parco delle thermae imperiali" di Baiae, l’anfiteatro ed il mitreum dell’antica Capua a S. Maria Capua Vetere, il teatro di Teanum Sidicinum a Teano).
  2. istituzione ed allestimento di nuovi parchi archeologici, antiquaria e musei territoriali, nell’ambito del "sistema di musei territoriali" compresi nell’area di specifica competenza (come i musei archeologici statali e pubblici dell’ "antica Allifae" ad Alife , dell’ "antica Teanum Sidicinum" a Teano, dell’ "antica Suessa" a Sessa Aurunca, dell’ "antica Sinuessa" a Mondragone, dell’ "antica Calatia" a Maddaloni, dell’ "antica Atella e dell’agro atellano" a Succivo, dell’ "antica Liternum " a Giugliano, dell’ "antica Kyme" a Cuma, dell’ "antica Puteoli e della necropoli di via Campana" a Pozzuoli, dell’ "antica Pithekoussai" ad Ischia-Lacco Ameno, dell’ "antica Nola" a Nola ed a Cimitile, dell’ "antica Surrentum e della penisola sorrentina" a Piano di Sorrento, di prossima apertura o già parzialmente visibili al pubblico);
  3. definizione ed esecuzione di specifici progetti, in collaborazione con amministrazioni ed enti locali, organizzazioni nazionali ed internazionali, istituti accademici e di ricerca ed altri soggetti, per la consultazione scientifica, per servizi di diffusione di informazioni a carattere culturale, rispondenti alla crescente domanda da parte del pubblico ed ai differenti tipi di visitatori e di utenti dei musei e delle aree archeologiche, nonché per la gestione interna e per la valorizzazione esterna del patrimonio storico-archeologico, anche attraverso l’utilizzazione delle nuove tecnologie e strumenti informatici (come i Progetti del Consorzio Pinacos Eubea, il Progetto SIVA, il Progetto "Museums on line" ed il Progetto Esprit 22251 – VHF: "An environment for a Virtual Hypermedia Factory", i cui obiettivi principali riguardano la produzione di hypermedia per l’editoria elettronica e la diffusione di informazioni di carattere culturale attraverso la rete INTERNET).

 


Share |